Capaccio, la Milk Valley d’Italia

Benvenuti nella “milk valley”, piana del Sele, zona Paestum. Non solo templi antichi, ma veri e propri monumenti della gastronomia italiana: le mozzarelle di bufala. La mozzarella, che deve il suo nome dal gesto di “mozzare”,rappresenta un marchio di fabbrica dell'Italia nelle cucine di tutto il Mondo.

Ma quando si parla di mozzarella di bufala dop e di agricoltura biologica si fa riferimento alla “milk valley” e alla tradizione casearia di Battipaglia, dove uso di concime organico e attenzione alla sostenibilità ambientale rappresentano da oltre 500 anni i punti di forza di un prodotto universalmente riconosciuto come un'eccellenza. Già gli antichi greci avevano apprezzato la particolare fertilità del terreno di Paestum e delle zone limitrofe tanto da decidere di costruirvi un importantissimo centro urbano, i cui resti sono ancora oggi visitabili, proprio attorno alla valle del Sele. Ma da qualche anno i turisti non vengono soltanto per il bellissimo Tempio di Nettuno.

Capaccio: dove gli uomini contano le pecore e le bufale contano come uomini

Cosa ci fanno degli studenti dell'università di Tokio a Capaccio difronte a bufale in fila per fare una doccia ed altre che dormono comodamente su materassi?

Apprendono i segreti della “milk valley” in un'azienda famigliare che ha file di clienti ogni giorno dell'anno e che nei periodi di maggiore richiesta consegna i suoi prodotti soltanto su prenotazione.

Orgoglio dell'intera piana del Sele è il caseificio Vannulo, molto abile ad aver creato un vero proprio brand attorno alla sua attività, senza per questo aver perso di vista gli aspetti legati alla sostenibilità ambientale.

Ammendante compostato verde e fertilizzanti organici al 100%, ma anche yougurteria e costruzione del museo del contadino che comprende una ricchissima collezione di strumenti agricoli e altri oggetti legati alla tradizione contadina. Un'azienda familiare, ma con mentalità internazionale, metà annuale di tantissimi studenti e ricercatori stranieri intenti ad prendere appunti su metodi di allevamento sostenibili e ad ammirare bufale che vivono come veri e propri uomini. La fotografia della qualità delle mozzarelle Vannuolo è tutta nei materassi su cui dormono le bufale, nei grandissimi spazi aperti in cui possono pascolare all'aperto e nelle docce sotto cui refrigerarsi nelle afose giornate estive.

I risultanti sorprendenti che derivano dall'analisi del suolo su cui pascolano le bufale e la qualità eccelsa del latte prodotto sono la dimostrazione di come agricoltura biologica e sostenibilità ambientale possono garantire qualità, ma anche un grosso business per l'azienda che ha preferito ammendante compostato verde e metodi meno stressanti per i propri animali.

Vivere sostenibile e garantire ottimi guadagni alla propria azienda attraverso l'utilizzo di agricoltura biologica nell'era dei mercati globali è possibile e il caseificio Vannulo ne rappresenta una bellissima prova.

, ,

Leave a Reply