Quale Piscina Fuori Terra scegliere?

Con l'approssimarsi dell'estate, in molti iniziano ad organizzarsi per le vacanze o a preparare il proprio giardino per la bella stagione.

Attenzione però: sono sempre più le persone che iniziano a preferire una piscina fuori terra rispetto al caos della spiaggia o all'anti-economicità delle vacanze a mare. Addio alle code kilometriche in auto per raggiungere le spiagge. Addio ai teli da mare schiacciati come sardine in pochi metri quadri di spiaggia!

Diciamo la verità, se il mare di Giugno, Luglio o Settembre può ancora essere accessibile, Agosto è ormai diventato un incubo per milioni di bagnanti. Ecco allora che chi ha la fortuna di avere un giardino può pensare ad una soluzione bella ed economica: Una piscina fuori terra.

Rispetto alle piscine da interrare, per le quali servono autorizzazioni del Comune di riferimento e budget piuttosto elevati, le piscine fuori terra rappresentano una soluzione accessibile a quasi tutte le tasche. Hanno prezzi che oscillano tra le 50€ fino ad arrivare alle 1500€.

Esistono diverse tipologie di Piscine fuori terra:

Piscine Autoportanti: Sono le più economiche della gamma. Sono costituite da un anello gonfiabile superiore che permette alla piscina di mantenersi senza alcuna struttura. Queste piscine si smontano e si montano rapidamente e hanno dei costi strutturali o di gestione bassi. Tuttavia hanno una durata inferiore nel tempo rispetto alle piscine fuori terra rigide e alla fine della stagione devono necessariamente essere smontate perché temono le basse temperature. Le migliori marche di piscine autoportanti sono Intex, Piscine Bestway e San Marco

Piscine Frame e Ultra Frame: rispetto alle piscine Autoportanti, non hanno il bordo gonfiabile, ma una struttura in metallo che sostiene l'involucro della piscina. Sono un po' più costose rispetto alle prime, ma anche più resistenti. Anch'esse sono facilmente smontabili, ed è consigliabile non lasciarle montate durante la stagione invernale. Le migliori marche di piscine Frame sono Intex, San Marco e Bestway.

Piscine fuori terra Rigide: questa tipologia di piscine è quella che più si avvicina alle piscine da interrare, infatti esistono dei modelli che possono anche essere seminterrate. Le piscine fuori terra rigide sono costituite da una struttura in acciaio e rivestite poi in legno o in acciaio stesso. Rispetto alle altre due tipologie, queste sono molto più resistenti e in inverno non devono essere smontate, ma solo coperte a dovere utilizzando appositi teli di copertura invernale. Queste piscine sono le più costose tra i 3 modelli, ma anche quelle che durano più a lungo nel tempo. Le marche migliori sono senza dubbio le Piscine Gre e San Marina.

Noi abbiamo provato in questi giorni La Piscina Fuori terra San Marco Ovale da 7 metri.

Siamo rimasti piacevolmente colpiti da questa piscina che rappresenta un mix tra le autoportanti (possiede il bordo gonfiabile) e le Frame (struttura in acciaio). I materiali sono ottimi e ci sono molti accessori inclusi come la pompa filtro, utilissima per mantenere l'acqua della piscina sempre pulita, il telo di copertura, per coprirla durante le ore serali, una scaletta per poter accedere, e il telo per poterla appoggiare.

Gli oltre 7 metri di lunghezza permettono di ospitare molte persone. L'abbiamo testata in 6 e i risultati sono stati ottimi. La larghezza è di 366 cm, direi ottima anche questa, e l'altezza è di 122 cm, credo sia il massimo per una piscina autoportante.

Anche l'estetica è molto bella, adattandosi perfettamente a qualsiasi tipo di arredamento del giardino. I colori e i materiali infatti non sono per nulla invasivi.

Che dire, complimenti a San Marco per questa bellissima piscina!

Leave a Reply