Sostenibilità ambientale e turismo: premiato un Ecoresort Nova Siri

Stoccolma. Una grande tavola rotonda sulla Bioarchitettura. Presenti tutti i Paesi nord-europei e mediterranei più importanti: Germania, Olanda, Francia, Tunisia e tanti altri. Si discute di sostenibilità ambientale applicata al turismo, si tirano le somme per vedere chi fa passi in avanti e chi sta dando il buon esempio. Tutti si aspettano dei premi per strutture tedesche, olandesi o al massimo del nord Italia.

A sorpresa però, tra i tanti comuni dai nomi difficilmente pronunciabili spunta Nova Siri. Ebbene sì, nella splendida Basilicata, a due passi dalla Sila, tra i mari e i monti, si fa sempre più apprezzare il primo Eco-resort di tutta l'area Mediterranea: è la piccola Basilicata a vantare questo primato.

Vivere sostenibile in Lucania non solo è possibile, ma sarà un esempio per tutta l'Europa. Non è un caso quindi che questa regione abbia un'impronta ecologica tra le più alte d'Italia, parametro che consente infatti di misurare la sostenibilità ambientale, valutando la richiesta di risorse da parte dell’uomo nei confronti della natura che lo circonda.

Il merito del resort ecologico “Dei Siriti” non è un riconoscimento soltanto di facciata e sta diventando una testimonianza importante di un Sud Italia che ha voglia di invertire la rotta.

In meno di un anno è stato recuperato lo spazio occupato da un camping ormai in disuso per realizzare il primo ecoresort del bacino Mediterraneo.

Un risultato che ha stupito per primi gli stessi imprenditori che hanno finanziato questo progetto. Con un costo inferiore ai 7 milioni di euro, di cui soltanto una piccolissima parte provenienti da fondi statali, è stato finanziato questo progetto, simbolo di un vivere sostenibile, grazie alla volontà e alla passione ecologica di finanziatori privati.

Inaugurato ufficialmente a Giugno, l'ecoresort Dei Siriti di Nova Siri si prepara ad accogliere i numerosi turisti previsti per Agosto. Assolutamente indipendente dal punto di vista energetico, grazie all'istallazione di pannelli fontovoltaici nel campo sportivo, nessuna unità abitativa dell'intera struttura è stata oltraggiata con cemento.

Soltanto legno, pitture ecologiche e nessun impiego di formaldeide, essenza di tutta la gamma Ikea. Diversi alloggi all'interno del resort saranno destinati a diversamente abili e gli spostamenti interni saranno possibili grazie all'impiego di auto elettriche. Vivere sostenibile a 360°.

Speriamo che la sostenibilità ambientale possa diventare in Basilicata, in Puglia, come in tutto il sud dello stivale uno dei prodotti tipici più apprezzati.

,

Leave a Reply